Impieghi della vetroresina che forse non conosci

Spread the love

Il nostro viaggio alla scoperta della vetroresina e delle sue particolari proprietà, continua con un focus su quelli che sono gli usi più comuni ma anche meno noti, di questo materiale così rivoluzionario.

Non a caso, la vetroresina rappresenta un importante sviluppo nel campo dei materiali compositi, offrendo una combinazione unica di leggerezza, resistenza e duttilità. Con un’ampia gamma di applicazioni in settori come la nautica, l’automotive, l’edilizia, l’industria aerospaziale e addirittura lo sport, la vetroresina continua a guidare l’innovazione e la crescita in molte industrie.

Inoltre, con il continuo sviluppo di nuove tecnologie e processi di produzione, il futuro della vetroresina sembra promettente, con ulteriori miglioramenti nelle prestazioni e una maggiore adozione in settori emergenti.

Ma cosa ha reso così speciale la vetroresina al punto da farle trovare applicazione in così tanti settori? La risposta la troviamo nella sua composizione. Difatti, questo materiale è composto da fibre di vetro rinforzate con una matrice polimerica, flessibili e facilmente plasmabili. Il materiale perfetto per costruire dei pannelli per porta blindata ma anche per altri progetti alquanto insoliti.

Le incredibili proprietà della vetroresina

Per capire meglio in che modo la vetroresina trova utilizzo in alcuni settori insoliti, è necessario conoscere bene le sue proprietà. Grazie alla sua composizione, la vetroresina possiede delle notevoli proprietà fisiche:

  • resistenza meccanica
  • leggerezza
  • resistenza ai batteri e alle muffe
  • resistenza agli agenti atmosferici (compresi salsedine, inquinamento chimico, raggi ultravioletti ed elettricità)

Di queste proprietà, tutte incredibili, alcune riescono a rendere la vetroresina un materiale realmente eccezionale. Per esempio, la resistenza ai batteri e alle muffe garantisce la possibilità di effettuare poca manutenzione, se non nulla. Idem per la resistenza alla salsedine o all’inquinamento chimico, determinando così la possibilità di introdurre la vetroresina anche nelle zone vicino al mare o agli impianti industriali.

Gli utilizzi della vetroresina più insoliti

La versatilità della vetroresina ha portato a impieghi sorprendenti e creativi in una vasta gamma di settori. Ecco alcuni degli impieghi più insoliti della vetroresina:

  1. Costruzione di Attrazioni Parco Divertimenti: La vetroresina viene utilizzata per creare scenografie e strutture tematiche per attrazioni nei parchi divertimenti. Dalla creazione di rocce artificiali per simulare paesaggi naturali a creature giganti per le montagne russe, la vetroresina offre leggerezza e durata per costruzioni di grandi dimensioni e complessità.
  2. Costumi per Film e Spettacoli: Nei settori dell’intrattenimento e del cinema, la vetroresina è stata impiegata per creare costumi e accessori di scena stravaganti e fantasiosi. Dai set di armature futuristiche agli oggetti di scena in stile fantasy, la vetroresina offre una base resistente e modellabile per le creazioni dei designer di produzione.
  3. Arti Plastiche e Sculture Monumentali: Artisti contemporanei utilizzano la vetroresina per realizzare sculture monumentali e opere d’arte pubbliche. La sua resistenza agli agenti atmosferici e la facilità di modellazione consentono la creazione di opere d’arte di grandi dimensioni che possono resistere agli elementi e mantenere la loro bellezza nel tempo.
  4. Arredi Urbani e Design: La vetroresina è stata utilizzata per creare mobili urbani e elementi di design urbano, come panchine, cestini per i rifiuti e fioriere. La sua leggerezza e resistenza la rendono ideale per l’arredo urbano che deve resistere all’usura quotidiana e agli agenti atmosferici.
  5. Strutture Protettive per Animali: In alcuni casi, la vetroresina viene utilizzata per creare strutture protettive per animali in via di estinzione o in pericolo. Ad esempio, alcune riserve naturali utilizzano la vetroresina per creare rifugi resistenti per nidificare uccelli o proteggere le tane di animali da predatori.

Gli utilizzi della vetroresina che invece conosci

Dopo aver visto più da vicino i settori più insoliti in cui viene impiegata la vetroresina, passiamo a conoscere meglio gli impieghi più comuni. Grazie alla sua resistenza all’acqua, alle muffe e agli agenti atmosferici la vetroresina viene utilizzata anche per la produzione di piscine, serbatoi per liquidi e tubature.

Per conoscere un altro settore in cui la vetroresina ha trovato largo impiego, occorre fare un salto indietro nel passato a prima dell’avvento degli smartphone. Sarà capitato a tutti nella vita di vedere, entrare o addirittura utilizzare, anche solo per una volta, una vecchia cabina telefonica. Queste vecchie postazioni, in Italia sono divenute solo dei vecchi ricordi, ma quello che molti ignorano è che al tempo, molte furono costruite proprio con la vetroresina.

L’idea di utilizzare la vetroresina nella produzione delle cabine telefoniche nasce dalla necessità di rendere le postazioni telefoniche, sicure, immuni alle intemperie e soprattutto capaci di attenuare i suoni esterni. Infine, è anche grazie alla resistenza della vetroresina che le cabine telefoniche sono riuscite a sopravvivere, per decenni, agli attacchi vandalici agli angoli delle strade.

La vetroresina al servizio dell’ambiente

La vetroresina ha portato i suoi vantaggi anche nel settore delle energie rinnovabili. Nel dettaglio anche le pale eoliche spesso vengono prodotte in Elium, un materiale composto, formato da fibre di vetro. Il motivo di tale scelta non risiede solo nella capacità di questo materiale, di resistere nel tempo. In questo caso la scelta ricade sull’Elium anche per rendere più pratico il futuro smaltimento della struttura.

L’uso della vetroresina per accessori, carte da parati e nel design

Per via della sua incredibile resistenza meccanica, la vetroresina viene utilizzata anche per la produzione di attrezzature sportive o per il tempo libero. Ecco di seguito alcuni esempi: racchette da sci, bandierine da golf, frecce, ostacoli per l’equitazione, stecche di rinforzo per le vele, supporti per tende da campeggio, rinforzi per aquiloni, canne da pesca, tavole da snowboard e tavole da windsurf.

Un materiale così rivoluzionario come la vetroresina ha trovato impiego anche nel design contemporaneo. Hai mai sentito parlare della Sedia Tulip di Eero Saarinen? Un oggetto ritenuto uno dei grandi classici del design, nonostante il suo stile così moderno e futuristico. A gran sorpresa, la scocca della Sedia Tulip, progettata per la prima volta nel 1957, è realizzata in fibra di vetro.

Infine, la fibra di vetro è sicuramente entrata in molte delle nostre abitazioni a nostra insaputa. Come? Sotto forma di carta da parati. Molte carte da parati vengono prodotte con fibre di vetro, per poter essere applicate in qualsiasi tipo di luogo. Soprattutto in quelli umidi e con poco passaggio d’aria, come per esempio le pareti della doccia.

Produzione di pannelli per porte blindate

Come è noto, la vetroresina ha trovato largo utilizzo anche nei cantieri navali o nella sostituzione delle coperture in eternit. Ma la vera e propria rivoluzione, è stata compiuta da KRONOS®, realtà che ha scelto questo materiale così robusto e innovativo, per la produzione di pannelli per porte blindate.

I pannelli di rivestimento KRONOS® sono speciali e unici sul mercato in quanto frutto di un lungo lavoro di ricerca e sviluppo che ha portato anche alla registrazione di un brevetto. Il brevetto n. 202020000004489 certifica l’incredibile impresa di esser riusciti ad utilizzare la resina poliestere con catalizzazione a caldo.

Successivamente, il compound di materiale, viene analizzato ed introdotto negli appositi stampi per la formatura sotto pressa attraverso la catalizzazione che consente di estrarre dallo stampo, l’ormai pronto, pannello per portone blindato.

Per scoprire la linea completa di pannelli di rivestimento KRONOS® e scegliere quello più adatto a te e al tuo stile, ti suggeriamo di dare un’occhiata qui.